Un isola

 

Parole e musica Gabriele Carbonari

 

 

Ferma questo veliero

Relitto fasullo nato in un momento sbagliato

Non lo abbiamo voluto e allora perché sta viaggiando sul mare.

Potrei farlo affondare

Sapendo che ci son già riuscito almeno un paio di volte

Prima di conoscere te

 

 

Avevo un’anima   E sorridevo   In mezzo a un’isola

Poi , fissavo l’orizzonte chiaro

Sempre più blu   Sempre più blu

 

 

Sto avvistando la terra

Ma questa corrente è complice del mio destino

E m’inverte la rotta

Ha scoperto che ti sento vicina

Addio dolce amore è stato bello anche poterlo

Soltanto pensare E fantasticare

Lontano molte miglia   Da qui

 

 

In mezzo a un isola   Sembravi un angelo che mi portava via

Tu con ali candide leggere e libere   Insieme a me

 

 tu       In mezzo a un isola   Sembravi un angelo che mi portava via

Tu con ali candide leggere e libere   Insieme a me

 

Volavi, volavi, volavi Insieme a me

Volavi, volavi, volavi Insieme a me

Volavi, volavi, volavi Insieme a me