Dolce

 

 

Dolce ..lontano dal mare che tarda a venire

Per farsi vedere

 

Calda la trovi assopita    dal sole d’estate

per nulla si muove

 

Ooooh oh

 

Mossa  dal vento di terra si unisce fatale

Con la brezza del mare

 

scura si spoglia di notte prepara le vesti

per l’alba di un giorno

 

scivolando con violenza

copre terre   arse dal sole

foglie scure san di fango tra le dita delle onde

risalendo respirando…..volti e corpi prendono forma

in un sordido balletto va perdendosi nel tempo

 

Chiara (ora )si toglie le foglie (scure) inizia a brillare (d’oro )

E riprende a dormire

 

Fresca si gira sul letto di fertile donna Dà un figlio alla terra